Festa di San Giuseppe B. Cottolengo - 2018

Una solenne concelebrazione presieduta da Monsignor Gabriele Mana ha arricchito questa giornata di grande festa per la Piccola Casa della Divina Provvidenza; quest’anno alcuni anniversari rendono la ricorrenza ancora più speciale: 190 anni dall’apertura del primo “ospedaletto”, detto della Volta Rossa, nel centro di Torino, allora capitale sabauda; e i 90 anni di presenza della famiglia Cottolenghina nella città di Biella.

Monsignor Mana ha sottolineato come il Santo di Bra abbia saputo trasformare la disgrazia in grazia! L’evento tragico della morte di Maria Gonnet e della creatura appena data alla luce, la disperazione del marito e dei figli, sono stati la “disgrazia” che con il canonico Cottolengo ha accolto nel cuore, custodito nella preghiera e offerta a Dio, il quale poi gli ha donato grazie su grazie. Una “Piccola Casa” che alla morte del Cottolengo, il 30 aprile 1842, ospitava già 1400 persone!

Il Cottolengo è uomo di Vangelo, che vede morire il seme, crede e custodisce con tenerezza paterna il molto frutto che matura! È uomo di preghiera, convinto che il primo e più importante lavoro della Piccola Casa è la preghiera! È profeta della santità, che esorta i suoi figli dicendo:”facciamoci dunque santi…il resto è niente”!

Deo Gratias alla Divina Provvidenza per quanto ha donato e permesso oggi! Deo Gratias agli ospiti della Piccola Casa, ai sacerdoti che hanno concelebrato, al Vescovo monsignor Gabriele Mana, ai volontari, agli amici, ai parrocchiani, ai coristi, all’organista Giorgio, a tutti i dipendenti, ai cuochi eccezionali, a chi ha servito il pranzo con tanta cura, ai religiosi cottolenghini!



Piccola Casa della Divina Provvidenza
Via Cottolengo 14 -Torino-
Tel: 011.5225560 - FAX: 011.5225567
E-mail: sito.assistenza@cottolengo.org

Cookie policy