Madonna di Fatima pellegrina

UNA VISITA INATTESA … E UN GRANDE DONO …

Domenica 09 ottobre 2016 la famiglia dell’Annunziata ha vissuto una giornata bellissima, ricca di emozione e di tanta preghiera. Sì perché la Provvidenza ci ha fatto un dono tanto inaspettato quanto veramente grande e del quale siamo immensamente grati: il dono di avere tra noi la statua della Madonna “pellegrina” di Fatima. Giunta in Piemonte ha iniziato la Sua peregrinazione nella terra piemontese proprio iniziando da noi. Abbiamo condiviso questo dono con tutta la Piccola Casa e, seppure breve, la visita della Madonna di Fatima è stata molto intensa e significativa.

Abbiamo accolto la Madonna verso le ore 08.30 e dopo la preghiera del nostro cottolenghino coroncino, l’abbiamo accompagnata con una breve processione fino nella nostra cappella. Qui nell’attesa della S. Messa ci siamo affidate a lei con la preghiera continua del S. Rosario.

Alle ore 10.00, Don Carmine ha celebrato l’Eucarestia alla presenza di tanti nostri ospiti, di alcuni familiari, volontari, suore e degli amici dell’UNITALSI, promotori e responsabili della peregrinatio. Significative le parole che Don Carmine ci ha rivolto nella sua omelia: “ … questa statua è il segno di una Presenza che prima di andare noi a Lei, è Lei che viene a noi … dobbiamo sentirci VISITATI/E in modo personale … chiediamo a Maria il dono di una guarigione completa, quella del corpo perché sia strumento di amore ma soprattutto la CONVERSIONE DEL CUORE … è questa la grazia da chiedere … chi di noi non vuole essere felice? Vogliamo essere felici? Ascoltiamo Maria …”

Don Carmine ci ha ricordato che questa è una delle 5 statue che sono state benedette nel 1921 nel Santuario di Fatima insieme a quella presente là, proprio perché Maria potesse raggiungere i cinque continenti e quindi tutti i suoi figli, peregrinando fra di essi. Ci ha raccontato come durante la peregrinatio avvengano cose “meravigliose” (come la preghiera e le confessioni sull’aereo che dal Portogallo la portava in Italia), conversioni e anche guarigioni. Queste 5 statue saranno riportate tutte a Fatima il 13 maggio 2017 alla presenza del Papa per il centenario delle Apparizioni e come ci ha detto Don Carmine “con le statue saranno presenti tutti coloro in mezzo ai quali la Madonna ha peregrinato" quindi anche noi.

Al termine delle celebrazione eucaristica, la statua della Madonna è rimasta nella nostra cappella ed è stata ininterrottamente visitata e pregata da ospiti, operatori, suore, sacerdoti e da tanti altri che non l’hanno lasciata un minuto da sola … Alle ore 15.00 la cappella si è di nuovo riempita e insieme abbiamo pregato il S.Rosario guidati da Don Carmine che ci ha anche sollecitati “… ad approfittare della Presenza della Mamma per chiederle tutte le grazie di cui abbisognamo …”. Al termine del Rosario, ricevuta la Sua benedizione materna, Don Carmine ci ha invitati a salutare la Madonna con il canto e con lo sventolio di un fazzolettino bianco, come fanno i pellegrini a Fatima, “un saluto di bimbi …” ci ha detto il Don, “… un saluto che vuole dire tutto il nostro amore alla Mamma …”. Ma ci ha anche invitati a chiedere a Maria, mentre passava tra noi per continuare altrove la sua peregrinatio, “di renderci capaci di ascoltare le sue ultime parole nel Vangelo: “fate sempre ciò che vi dirà”, è questa la via della santità, è questa la via della felicità, è questa la via per tornare sempre al Vangelo, la ragione d’essere della Piccola Casa.

Tutte le emozioni provate, tutti i sentimenti che ci hanno abitato in questa meravigliosa giornata li racchiudiamo nel cottolenghino DEO GRATIAS!



Piccola Casa della Divina Provvidenza
Via Cottolengo 14 -Torino-
Tel: 011.5225560 - FAX: 011.5225567
E-mail: sito.assistenza@cottolengo.org

Cookie policy