5 aprile 2014

Si è tenuto alla Piccola Casa, il Convegno “AGORA’ DEL SOCIALE”, all’interno del percorso che l’Arcivescovo di Torino ha pensato per la Chiesa di Torino. (Dettagli dal sito della Diocesi)

 

 

Termina così la prima fase, che ha visto coinvolte nella riflessione e progettazione le 20 realtà intra-ecclesiali più rappresentative sul territorio, tra cui la Piccola Casa, che ha partecipato con alcuni membri designati.

La giornata è stata intensa e ricca di contenuti e di proposte. Dopo la presentazione dell’Arcivescovo, la relazione di fondo, presentata dal Prof. Vincenzo Giorgino, della Facoltà di Economia dell’Università di Torino, aveva come titolo: “Istantanee: la vita sociale così com’è”.

Il Prof. Giorgino ha collocato i presenti sullo sfondo dell’attuale crisi e dei molti fenomeni ad essa correlati, cercando di suggerire uno sguardo flessibile, aperto al nuovo, che cerca di adattarsi al cambiamento, e tenta di trovare una strada, seppur difficile, in quanto le categorie che vengono usate sono ancora vecchie.

Il Prof. Giorgino ha chiuso dicendo che: "l’uomo di oggi deve dedicare tempo a se stesso se vuole rigenerarsi nel dono: è necessario essere ben centrati su di sé, è perché questo sia possibile, è necessario lavoro, ma anche preghiera, meditazione,contemplazione."

A seguire, dalle ore 11 alle 13, si sono svolti i lavori di gruppo. I 17 gruppi (con circa 15 membri ciascuno) si sono incontrati nelle aule che la Scuola Cottolengo ha messo a disposizione, e hanno svolto i loro lavori; Le sintesi dei lavori dei 17 gruppi sono state raccolte da 4 referenti che nel pomeriggio, dalle 14,30 alle 15,30 hanno relazionato in assemblea. Sempre in assemblea, è seguito un dibattito.

L’Arcivescovo ha chiuso la giornata ringraziando tutti i presenti per la partecipazione e l’impegno. L’Agorà prosegue ora il suo percorso con la 2° fase (quella che coinvolgerà le Istituzioni pubbliche), e ha dato appuntamento a tutti al 28 Giugno, per la grande chiusura di questo evento, che vedrà la partecipazione di tutti, anche “dei poveri che dovranno essere protagonisti”.

L’Arcivescovo ha inoltre annunciato che seguiranno a queste tappe, proposte e linee programmatiche da parte della Chiesa di Torino, quella che ha chiamato “una piattaforma permanente”; inoltre ha annunciato che ogni due anni verrà realizzato un grande Convegno cittadino con la partecipazione di tutte le Associazioni di volontariato della Chiesa locale che operano sul Territorio, che in tal modo dialogheranno, parteciperanno, saranno propositive insieme: quello della comunicazione, della comunione e della reale sinergia, è stata una istanza emersa con forza nei lavori e in assemblea, ed è stata recepita in modo molto concreto dall’ Arcivescovo: Torino è terra di santi, molte e ricche sono le proposte, le iniziative caritative della città, molti sono i bisogni,… i giovani attendono modelli, proposte, possibilità per intraprendere un cammino di cristiano maturo e impegnato...Questa è una bellissima opportunità …per i giovani, che stanno molto a cuore all’Arcivescovo, e per tutti noi, figli della Chiesa di Torino.



Piccola Casa della Divina Provvidenza
Via Cottolengo 14 -Torino-
Tel: 011.5225560 - FAX: 011.5225567
E-mail: sito.assistenza@cottolengo.org

Cookie policy